WhatsApp: cos’è, come funziona e guida completa

WhatsApp è un’applicazione di messaggistica istantanea lanciata per la prima volta nel 2009 e successivamente acquisita dal gruppo Facebook Inc. nel 2014. Se ancora non sai come usare WhatsApp ma hai sentito solamente parlare di questa utilissima applicazione, nei paragrafi di questo articolo troverai tutti i dettagli su cos’è WhatsApp, come funziona e come usare in maniera efficace questa app per scambiare messaggi e fare chiamate a costo zero.

WhatsApp, guida completa:

 

Cos’è Whatsapp e a cosa serve

Whatsapp è un servizio di messaggistica istantanea multi-piattaforma che consente a tutti gli utenti che utilizzano il servizio di inviare e ricevere messaggi di testo, messaggi vocali, fotografie e  video, pubblicare storie, condividere la posizione e contatti in maniera facile e veloce.

Se in precedenza hai utilizzato MSN o ad oggi utilizzi Messenger, saprai benissimo cos’è la messaggistica istantanea ma Whatsapp è ancora un passo più su rispetto al servizio di Microsoft.

Dall’acquisizione dell’11 Febbraio 2014 dal gruppo Facebook Inc., WhatsApp ha registrato un incremento notevole dell’utenza superando un miliardo e mezzo di utenti attivi in tutto il mondo, pertanto gli sviluppatori hanno pensato di rilasciare l’app ufficiale di WhatsApp Messenger (indispensabile per usare il servizio) per iOS, Android, macOS e Windows così da poterla usare da smartphone, tablet e computer.

Dopo aver assodato cos’è WhatsApp, per rispondere a cosa serve bastano pochissime parole: è utile per comunicare gratuitamente con gli utenti di tutto il mondo usando varie modalità e funzioni messe a disposizione dallo sviluppatore.

Per usare WhatsApp è necessario possedere un dispositivo compatibile, una connessione ad internet e un numero di telefono cellulare attivo che verrà utilizzato per registrare l’account.

Come funziona WhatsApp

Come già spiegato nel paragrafo riguardo a cosa serve WhatsApp il servizio consente di inviare messaggi di testo, registrazioni vocali, video, immagini ed effettuare chiamate con tutti gli amici che usano l’applicazione e che abbiamo inserito nella nostra lista dei contatti.

Per spiegare il suo funzionamento dobbiamo prima introdurre il concetto di XMPP (fonte Wikipedia) che consiste in una serie di protocolli di messaggistica istantanei basati su XML sparsi e disponibili in vari server su internet. Ogni client -dispositivo utente con WhatsApp installato- invia al server i messaggi che a sua volta provvede a consegnarli al destinatario e ad inviare una risposta di conferma al client mittente che all’interno di WhatsApp prendono luogo nella famosa spunta che può essere singola grigia, doppia grigia o doppia azzurra.

Per questo motivo WhatsApp richiede un numero di telefono: in modo da generare una password sicura per ogni account attivo così da associarlo ad un solo dispositivo e criptare ogni singola conversazione.

 

Spunte WhatsApp: come interpretarle?

Come appena spiegato, tra client e server WhatsApp c’è uno scambio di segnali e informazioni utili per fornire all’utente degli aggiornamenti circa l’invio, consegna e lettura di un messaggio inviato. A tal proposito WhatsApp mostra delle spunte accanto a ogni messaggio inviato con il seguente significato:

  • spunta grigia singola: il messaggio è stato inviato correttamente, è stato ricevuto dal server ma non ancora recapitato al destinatario. Non appena quest’ultimo avrà a disposizione una connessione ad internet riceverà il messaggio e vedremo comparire una seconda spunta grigia.
  • spunta grigia doppia: il messaggio è stato inviato e consegnato al destinatario. Se il quest’ultimo ha disattivato la conferma di lettura, le due spunte grigie resteranno immutate anche se il messaggio verrà letto.
  • spunta azzurra doppia: il messaggio è stato letto dal destinatario. Tuttavia esiste un modo per disattivare la doppia spunta blu di WhatsApp e leggere i messaggi senza inviare conferma.

Cos’è il simbolo dell’orologio?

In alcuni casi anziché le spunte può comprare il simbolo di un orologio in basso a destra al messaggio inviato: questa icona indica che il messaggio è in attesa di essere inviato e che non è ancora ufficialmente partito dal nostro smartphone. E’ bene controllare le impostazioni di rete ed assicurarsi che sia attiva una connessione dati o wireless.

 

Quanto costa WhatsApp?

WhatsApp è un servizio completamente gratuito e non richiede alcuna spesa o abbonamento da parte dei suoi utenti. Inizialmente il servizio era offerto gratuitamente per il primo anno e successivamente chiedeva il pagamento di un abbonamento di pochi euro annuali.

A tal proposito, per eliminare le barriere e raccogliere un numero di utenti sempre maggiore, è stato proprio Mark Zuckerberg (fondatore di Facebook) e ad ufficializzare nel 2016 che WhatsApp sarà gratis per sempre.

Quindi per tutti quelli che si stanno chiedendo se WhatsApp è a pagamento, a risposta è negativa; tuttavia è bene diffidare dai messaggi o catene che annunciano che il servizio diventerà a pagamento o che sono disponibili versioni avanzate come WhatsApp Gold che offrono funzioni aggiuntive: l’applicazione di WhatsApp è una sola ed è gratuita e può essere scaricata dall’AppStore, PlayStore, Windows Store e sito ufficiale.

 

Quali sono i dispositivi supportati da WhatsApp?

Inizialmente la compatibilità di WhatsApp era limitata ai soli smartphone più recenti. Oggi invece l’applicazione supporta tutti i dispositivi iOS, Android, Windows Phone e Nokia S40. In ogni caso puoi verificare se possiedi un dispositivo compatibile, semplicemente visitando questa pagina dal cellulare o tablet in uso.

Requisiti per usare WhatsApp

In una guida completa a WhatsApp e che spieghi bene come funziona il servizio è importante riportare le risposte a tutte le domande più comuni. Pertanto se ti stai chiedendo quali siano i requisiti minimi per usare l’applicazione, ricorda che Whatsapp richiede:

  • l’accesso ad internet
  • un dispositivo compatibile
  • un numero di cellulare attivo e funzionante

Perché è richiesto il numero del cellulare per l’attivazione?

Poiché gli sviluppatori hanno pensato bene di rendere WhatsApp un’app sicura e a prova di hacker, richiedere un numero di cellulare attivo per attivare un account è importante per assicurarsi che per ogni numerazione si possa associare un solo profilo. In questo modo, in caso di smarrimento del telefono o cambio SIM, potremo portare il nostro account su qualsiasi dispositivo in uso, impedendo a spioni di poter usare il nostro account WhatsApp e leggere le conversazioni.

 

Come installare WhatsApp

Passiamo all’azione e procediamo all’installazione di WhatsApp, indispensabile per usare il servizio. Vediamo come procedere in base al dispositivo in uso, che sia un iPhone, Samsung, Huawei, Mac o computer Windows.

WhatsApp su iOS per iPhone

Per installare WhatsApp su iPhone apri l’AppStore e digita nella barra di ricerca in alto “WhatsApp” senza usare le virgolette. Procedi al download toccando sulla voce Scarica o sulla nuvola con la freccia in giù, se richiesta digita la password del tuo ID Apple oppure poggia il dito o mostra il volto per eseguire il riconoscimento tramite Touch ID o Face ID. In pochi secondi avrai a disposizione l’app di WhatsApp sul tuo telefono e potrai configurarla per usare il servizio immediatamente.

WhatsApp su Android

Non molto differente, la procedura su come installare WhatsApp su Android richiede i seguenti step: apri il Play Store, ricerca WhatsApp usando la barra in alto e tocca su Installa o Scarica in base alla versione del sistema operativo in uso. Quindi attendi che il file venga scaricato nel dispositivo.

WhatsApp su tablet

Purtroppo al momento WhatsApp non prevede il supporto ufficiale ai tablet. Tuttavia tramite WhatsApp Web o su alcuni dispositivi Android dotati di slot SIM e non, alcuni utenti son riusciti ad usare il servizio da tablet simulando il meccanismo d’uso della versione per computer.

WhatsApp su Mac e PC

In quest’ultimo caso è necessario scaricare il programma sul computer, installarlo e procedere all’attivazione tramite cellulare: vai a questa pagina e fai il download del file di installazione cliccando sulla voce relativa al sistema operativo in uso. Successivamente se usi Windows clicca sul file .exe e segui i passi proposti dall’installer per completare l’installazione; se usi un Mac, apri il file .dmg e trascina l’app WhatsApp nella cartella Applicazioni.

Assicurati che il telefono e computer siano connessi alla stessa rete Wi-Fi, apri l’applicazione sullo smartphone e spostati in Impostazioni > WhatsApp Web/Desktop e seleziona Scannerizza il codice QR: apri WhatsApp su computer e inquadra il codice che compare a schermo con lo smartphone. Se tutto è andato per il verso giusto, ora i due dispositivi sono sincronizzati e puoi usare WhatsApp da computer a patto che entrambi i device siano connessi alla stessa rete wireless.

Leggi la guida su come usare WhatsApp da computer tramite browser Chrome, Safari o Firefox se vuoi evitare di installare l’applicazione.

 

Come iscriversi a WhatsApp

L’iscrizione a WhatsApp richiede pochissimi istanti, assicurati di essere sotto copertura di rete per poter ricevere un SMS di attivazione e di essere connesso ad internet. Per creare un account, procedi al primo avvio di WhatsApp, accetta eventuali condizioni contrattuali ed inserisci il numero di telefono di cellulare da associare al profilo.

Entro pochi minuti riceverai un messaggio con un codice di autenticazione per confermare l’associazione al numero di telefono: prendi nota di questo codice e scrivilo in WhatsApp nei campi appositi che compaiono a schermo.

Conferma l’attivazione e procedi alla creazione del profilo: quindi inserisci un’immagine profilo cliccando sull’icona circolare che compare a sinistra e scegli la foto da usare e che tutti i tuoi amici potranno visualizzare accanto al nome del tuo contatto. A seguire, specifica un nome da mostrare pubblicamente e completa l’iscrizione a WhatsApp toccando su Fine.

 

Come usare WhatsApp

Terminata la fase di creazione dell’account e iscrizione, vediamo come si usa WhatsApp per inviare messaggi, note vocali, foto e video, posizione e contatti in modo molto facile così da sfruttare al massimo le potenzialità offerte gratuitamente da questo servizio.

Inviare messaggi

Sicuramente l’operazione più comune eseguita su WhatsApp è inviare un messaggio di testo. Per farlo, apri WhatsApp, tocca sull’icona Chat che compare in basso e poi sull’icona del foglio con la matita che appare in alto a destra. Scegli un contatto dalla lista e digita il testo che vuoi inviare: al termine fai un tap sull’icona azzurra con la freccia rivolta verso destra per spedire il messaggio. In alternativa apri una conversazione già disponibile nell’elenco chat e usa lo stesso metodo per scrivere e inviare un testo.

Inviare fotografie e video

Se vuoi condividere una foto o video che possiedi in galleria o devi catturare direttamente con WhatsApp, dopo aver aperto una conversazione tocca sull’icona della macchina fotografica che compare accanto al campo di testo: premi una sola volta il cerchio centrale per scattare una foto o tienilo premuto per registrare un filmato. Conferma l’invio toccando la freccia azzurra.

Se devi inviare un contenuto che della galleria, dopo aver aperto la fotocamera tocca l’icona dell’immagine che compare in basso a sinistra o scegli direttamente il media da inviare scegliendo dall’elenco che compare in basso.

Ricorda che puoi inviare un selfie su WhatsApp toccando l’icona della macchina fotografica con le due frecce circolari disponibile in basso a destra.

Condividere una posizione

In una guida che spieghi bene come funziona WhatsApp è indispensabile parlare anche di questa funzione. Per indicare ad amici e parenti dove ti trovi e condividere la posizione, apri la conversazione e tocca sull’icona del + che appare in basso a sinistra, quindi seleziona Posizione.

Tocca Posizione in tempo reale per condividere il luogo in cui ti trovi per un lasso di tempo determinato e in tempo reale, quindi comunicherai anche gli spostamenti. Oppure tocca su Invia la tua posizione attuale per comunicare dove ti trovi senza aggiornare eventuali spostamenti o, ancora, digita in alto un indirizzo che vuoi condividere e invia la posizione.

Inviare un documento PDF

La maggior parte dei documenti che circolano in rete o via e-mail sono i file di testo .doc o .pdf. Di recente WhatsApp ha aggiunto la possibilità di condividere documenti oltre a fotografie e filmati. Apri la chat con l’utente a cui vuoi inviare il documento, tocca il + e scegli Documento: preleva il file da condividere dal telefono, iCloud, Drive o altre risorse disponibili.

Condividere un contatto

Con lo stesso metodo proposto precedentemente, scegli Contatto dopo aver pigiato sul pulsante +, quindi seleziona il contatto della rubrica che vuoi inviare ad un amico e conferma la condivisione.

Effettuare telefonate e videochiamate

Per fare una chiamata con WhatsApp devi toccare l’icona Chiamata dal menù in basso e poi sull’icona del telefono con il segno + che appare in alto a destra. Scegli il contatto che vuoi telefonare e tocca sull’icona del telefono per fare una chiamata voce oppure sulla videocamera per fare una videochiamata.

Pubblicare uno stato

Ben diversi dagli stati per WhatsApp che non sono altro che frasi che indicano ai nostri contatti la disponibilità per rispondere a messaggi e chiamate, WhatsApp ha introdotto di recente lo Stato molto simile alle storie di Instagram o Snapchat che sono visibili solo per 24 ore dalla pubblicazione. Per pubblicare uno stato WhatsApp tocca l’icona Stato disponibile in basso a sinistra e poi su Il mio stato in alto. Quindi scatta una fotografia o scrivi del testo che vuoi condividere per un giorno intero: successivamente verrà rimosso. Nella stessa sezione puoi dare un’occhiata allo stato pubblicato dai tuoi contatti.

Formattare il testo

Sebbene possa sembrare un’operazione più adatta per un editor di testo come Word o una e-mail, anche i messaggi WhatsApp potrebbero richiedere la formattazione del testo per dare più enfasi alle nostre chat. Ti invito a dare una lettura alla guida dedicata su come scrivere in corsivo, grassetto e sottolineato su WhatsApp usando dei codici.

Cancellare i messaggi inviati

Infine, negli aggiornamenti più recenti e seguendo la linea di Telegram, anche WhatsApp ha pensato bene di offrire la possibilità di eliminare i messaggi inviati purché la cancellazione venga eseguita in un determinato lasso di tempo e che il destinatario non abbia già letto o ascoltato il messaggio inviato. A riguardo ti rimando all’articolo su come cancellare i messaggi inviati su WhatsApp dove troverai tutte le istruzioni utili in merito.


Usare gruppi e liste broadcast

Se non sai cosa sono i gruppi WhatsApp, si tratta di una funzione disponibile nell’applicazione che permette di creare delle conversazioni composte da più utenti contemporaneamente così da poter avere conversazioni multiple in una sola chat. Esistono inoltre le liste broadcast che ti permettono di creare una lista di contatti a cui inviare un messaggio che però verrà recapitato singolarmente ad ogni utente e non sarà possibile interagire in gruppo. A riguardo ti invito a leggere la guida su gruppi e liste broadcast di WhatsApp.

Come cercare i messaggi

WhatsApp consente inoltre di ricercare il testo o emoticon contenute nei messaggi di tutte le conversazioni in memoria, per fare una ricerca basta aprire l’applicazione, toccare la voce Chat che appare in basso e successivamente scrivere nel campo Cerca che compare in alto la parola o la frase che vogliamo trovare tra le varie chat: in pochissimi istanti vedremo comparire sotto tutti i messaggi che contengono quanto abbiamo chiesto di cercare.

Come inviare una GIF

Oltre alla condivisione di fotografie, video e contatti nelle versioni più recenti di WhatsApp è stata aggiunta la possibilità di condividere GIF animate scegliendole da una libreria ampia e gratuita dove è possibile trovare animazioni di ogni tipo e per ogni occasione. Leggi la guida su come inviare le GIF su WhatsApp per conoscere meglio questa funzione e usarla in modo appropriato.

 

Le emoticon di WhatsApp

Da sempre famose e gettonate per i loro colori e per l’immensa disponibilità di simboli ed emoji disponibili, le faccine di WhatsApp sono molto usate e apprezzate da tutti gli utenti. Attualmente sono più di 1000 e con gli aggiornamenti di iOS e Android, il consorzio Unicode rilascia sempre nuove emoji che puntano a nuove categorie, cibi, animali e stati d’animo. Per conoscere tutte le emoji e quando usarle in maniera corretta, dai uno sguardo all’articolo completo sulle emoticon WhatsApp.

 

WhatsApp è sicuro

Assolutamente si e gli sviluppatori puntano sempre di più a rendere WhatsApp, gli account e le conversazioni degli utenti a prova di attacchi hacker così da garantire al meglio la privacy di ogni singolo iscritto. Grazie alla crittografia end-to-end introdotta di recente nell’applicazione i messaggi sono protetti e solo mittente e destinatario potranno leggerli poiché decifrabili da una chiave univoca disponibile solo nei dispositivi dei due interlocutori. La crittografia end-to-end è attiva automaticamente in ogni conversazione senza dover modificare alcuna impostazione o attivare chat segrete.

Come attivare la verifica in due passaggi

A maggior ragione, per impedire intrusioni WhatsApp offre la possibilità di includere l’autenticazione a due passaggi che richiederà l’inserimento di un PIN la prossima volta che registrerai il tuo numero di telefono su WhatsApp

Per abilitare la verifica in due passaggi, apri WhatsApp e vai in Impostazioni > Account > Verifica in due passaggi. Tocca su Abilita e inserisci un PIN a 6 cifre che dovrai segnare altrove e ricordare altrimenti potresti avere difficoltà se dovrai attivare il servizio su un nuovo telefono o fare cambio SIM.

 

Domande frequenti su WhatsApp

In questa sezione di questa guida WhatsApp completa, ci sono alcune risposte alle domande e dubbi più frequenti poste dagli utenti WhatsApp o da chi vuole iscriversi per la prima volta al servizio.

WhatsApp non funziona: cosa faccio?

Talvolta ci sono degli interventi manutenzione imprevedibili e che gli sviluppatori di WhatsApp effettuano sui loro server al fine di migliorare il servizio. In questi casi in cui WhatsApp è down non resta altro che attendere che la situazione venga sistemata e tutto ritorni funzionante.

In tutti gli altri casi, controlla che sia attiva una connessione internet Wi-Fi o dati cellulare e aggiorna l’app all’ultima versione disponibile.

Come aggiornare WhatsApp?

A meno che tu non abbia configurato Android o iOS per scaricare tutti gli aggiornamenti automaticamente per le app installate, puoi aggiornare WhatsApp aprendo l’App Store e toccando sul tab Aggiornamenti in basso; mentre su Android, apri il Play Store, cerca WhatsApp e tocca sul pulsante verde Aggiorna che compare solo se è disponibile una versione più recente di quella già presente nel telefono.

Per aggiornare WhatsApp su computer, solitamente è sufficiente cliccare il banner di avviso che appare in alto alla lista delle chat e che ci notifica che una nuova versione è pronta per essere scaricata.

Cos’è WhatsApp Business

Introdotta di recente, WhatsApp Business è un’app disponibile momentaneamente solo per Android pensata ai professionisti ed attività commerciali, infatti include alcune funzioni per interagire meglio, più velocemente o addirittura in maniera automatica con i clienti. Consente inoltre di creare un profilo dell’attività, visualizzare le statistiche e configurare le chat con un bot in grado di rispondere alle richieste più frequenti senza il nostro intervento. Scopri di più su WhatsApp Business sul sito ufficiale.

Quanto traffico dati consuma WhatsApp

Dipende dal contenuto inviato, il peso potrebbe variare. In media un messaggio di testo non ha una dimensione superiore a 3kb mentre le immagini vengono compresse a poche centinaia di KB. Riguardo i filmati, il peso potrebbe salire anche a diversi megabyte ma dipende dalla qualità e formato del video.

A riguardo SOS Tariffe ha eseguito una ricerca classificando le applicazioni social per consumo; WhatsApp consumerebbe circa 1,50MB per 40 messaggi inviati, 40 ricevuti, 10 foto ricevute e 5 inviate.

Come fare il backup delle conversazioni

Per salvare tutte le conversazioni ti consiglio di usare iCloud o Google Drive. Nel primo caso, se possiedi un iPhone entra nelle impostazioni dell’applicazione e tocca su Chat e poi Backup delle chat. Scegli Esegui backup adesso per procedere all’upload del backup delle conversazioni nello spazio cloud del tuo ID Apple: potrebbe essere necessario configurare il servizio per funzionare correttamente. Allo stesso modo, puoi usare Google Drive sui dispositivi Android.

Questo messaggio è stato eliminato: cosa significa?

Se in una conversazione compare questo messaggio non preoccuparti, è molto probabile che l’altro interlocutore abbia cancellato un messaggio inviato per sbaglio o che conteneva informazioni errate o private. Leggi questo articolo per saperne di più su questo messaggio che potrebbe comparire in chat.

NOTA: Questo articolo è stato aggiornato il