Aggiornamento macOS Mojave: come preparare il Mac

macOS Mojave è pronto per essere installato nel tuo Mac ma hai preparato tutto in modo corretto per poter ospitare il nuovo aggiornamento? Per aggiornare il Mac in modo sicuro è fondamentale una preparazione, molto semplice da eseguire, che ti aiuterà a mettere i dati in salvo, ottimizzare le applicazioni installate e lo spazio libero, così da ridurre al minimo la possibilità di incorrere in bug fastidiosi. Vediamo tra i paragrafi di questa guida come preparare il Mac a macOS Mojave e cosa fare prima di installare l’aggiornamento.

macOS Mojave è la rivoluzione nel mondo dei Mac che milioni di utenti aspettavano da anni: interfaccia migliorata e rivisitata, centinaia di nuove funzioni e prestazioni ottimizzate anche per i modelli meno recenti, ma basta scaricare ed installare l’aggiornamento per sfruttare tutte queste novità o è meglio eseguire alcuni passaggi preliminari prima di aggiornare?

 

Vuoi scoprire le novità dell’ultimo aggiornamento di macOS? Leggi la guida su come installare macOS Catalina da zero.

 

Come preparare il Mac a macOS Mojave

Sicuramente il metodo più sicuro per fare un update così grosso è quello di preparare il Mac all’aggiornamento eseguendo un backup, liberando spazio sul disco ed ottimizzando i programmi installati aggiornandoli all’ultima versione. Troverai utile questo articolo in cui ti fornisco i passi fondamentali da tenere in considerazione se stai pensando di installare l’aggiornamento così potrai preparare il Mac a Mojave nel modo migliore ed evitare di riscontrare alcuni dei problemi frequenti di macOS 10.14.

Importante
MelaRumors.com e l’autore di questo articolo non sono in alcun modo responsabili per eventuali danni, perdite e malfunzionamenti derivati dalla messa in atto delle indicazioni riportate in questo articolo. Il lettore è responsabile per ogni attività eseguita sul proprio dispositivo.

Aggiornamento a macOS Mojave: cosa fare prima di aggiornare?

I passi suggeriti di seguito sono fondamentali per preparare il Mac ad un aggiornamento così importante come il passaggio da macOS High Sierra a Mojave o da una versione precedente, poiché ti consentiranno di mettere al sicuro tutti i dati contenuti nel computer ed ottimizzare il computer per supportare al meglio un cambio massivo delle librerie di sistema e dei programmi installati.

Verifica la compatibilità del Mac

Il primo passo da eseguire è controllare se il modello del Mac in uso (iMac, Macbook, Mac mini o pro) sia compatibile con il nuovo aggiornamento. Puoi leggere la lista dei Mac supportati da Mojave nell’articolo pubblicato su MelaRumors o direttamente sul sito ufficiale di Apple nella sezione dedicata al nuovo sistema operativo.

Solitamente, se in possesso di un modello non supportato, il nuovo aggiornamento non sarà scaricabile dal Mac App Store e ti verrà comunque impedita l’installazione tramite supporto USB di macOS Mojave creato da un altro computer compatibile.

Fai un backup completo

Prima di procedere all’installazione di qualsiasi sistema operativo, l’aggiornamento a macOS Mojave è un esempio valido, consiglio sempre di eseguire un backup completo di tutti i dati contenuti nel disco fisso del computer.

Esistono varie soluzioni per fare il backup del Mac: Time Machine è la proposta di Apple che consente di archiviare automaticamente l’intero contenuto del Mac all’interno di un disco esterno e di sincronizzare automaticamente i file ogni volta che applichi delle modifiche permettendoti anche di sfogliare le varie versioni dei file.

In modo più semplice e pratico, puoi fare un backup manuale dei file copiando cartelle, file, programmi ed altri dati in un supporto esterno.

Un’ultima alternativa molto comoda è sicura si chiama Carbon Copy Cloner: un software a pagamento in grado di fare una copia esatta del disco fisso del Mac in un file immagine (.iso o .dmg) all’interno di una destinazione a nostra scelta; in questo modo avrai sempre a disposizione un clone perfetto del tuo computer.

Libera spazio sul Mac

Lo spazio libero nel disco fisso del computer è un fattore determinante per ottenere delle prestazioni eccellenti. Prima di scaricare ed installare macOS Mojave dai uno sguardo a tutto ciò che hai nel Mac e cancella eventuali file non utilizzati, foto e video duplicati e disintalla programmi che non avvii da molto tempo: in questo modo potrai liberare diversi GB dall’hard disk utili per ospitare l’aggiornamento e consentire al Mac di svolgere le attività in maniera più fluida.

Aggiorna le applicazioni

Avere l’equipaggiamento software sempre aggiornato è il modo migliore per evitare attacchi da virus, crash inattesi e problemi di compatibilità. Prima di aggiornare il Mac a Mojave, aggiorna tutte le applicazioni all’ultima versione rilasciata dallo sviluppatore: apri il Mac App Store, clicca sul tab Aggiornamenti e scarica tutti gli update disponibili. Se usi delle apps che non vengono distribuite tramite lo store, vai sul sito ufficiale dello sviluppatore o verifica dalle impostazioni dell’app se ci sono aggiornamenti disponibili per il download.

Ripeti l’operazione anche dopo aver installato Mojave poiché alcune applicazioni sono in grado di rilevare la versione compatibile con l’ultimo sistema operativo solo se effettivamente in uso nel computer.

Attendi prima di aggiornare

Infine, un consiglio molto importante e che riguarda qualsiasi aggiornamento software è: attendi qualche settimana prima di passare a macOS Mojave. E’ sempre meglio evitare di installare una nuova versione di un sistema operativo subito dopo il rilascio: sono frequenti le segnalazioni di bug gravi, problemi di instabilità o sicurezza, pertanto è sempre meglio aspettare prima di fare un salto di versione.

In questo modo ci sarà tutto il tempo necessario per consentire a tester e sviluppatori di provare la versione ufficiale di mac OS 10.14 e ricevere feedback a riguardo; inoltre, nelle community online potrai trovare le segnalazioni degli utenti che hanno deciso di scaricare subito Mojave ed assicurati che sia perfettamente funzionante. In caso contrario, non ti resta che attendere il rilascio imminente di una nuova versione minore come macOS 10.14.1 o successiva, in grado di risolvere i bug segnalati ad Apple così da avere un Mac stabile e perfettamente funzionante. Questo suggerimento ti eviterà di utilizzare il Mac con eventuali bug finché non saranno risolti o di costringerti ad eseguire il downgrade alla versione precedente del sistema operativo