Hosting su Mac: come fare il server per un sito web con OS X?

Avevi mai pensato che potevi fare da server e hosting su Mac per un sito web senza dover ricorrere a servizi esterni? Hai creato un blog o un sito e vuoi renderlo sin da subito accessibile da qualsiasi parte del mondo? In questa guida ti spiego come fare hosting su Mac e trasformarlo in un server in grado di ospitare siti internet accessibili da qualsiasi parte del mondo.

Se un tempo la gestione di un server poteva essere un’operazione dedicata solo ad esperti nel settore, grazie alle funzionalità di Mac OS e il supporto ad Apache bastano pochissimi clic per trasformare il Mac in un server e fare da hosting per un normale sito web che vogliamo pubblicare online senza acquistare servizi da provider esterni.

Per questo motivo, ho voluto creare un articolo completo su come svolgere questa operazione e quindi spiegarti come condividere un sito su internet, sfruttando il Mac come hosting senza avere costi ma soprattutto in modo completamente indipendente.



Come usare il Mac come server per hostare un sito web?

Ovviamente, questa guida è da prendere in considerazione se si vuole portare a termine un piccolo progetto, un sito personale, per eseguire dei test o semplicemente per misurare le proprie capacità di creare un server e hosting con Mac OS X. Anche se possiedi un Mac con un hardware abbastanza potente, se vuoi pubblicare un sito internet che resterà online per molto tempo e potrebbe ricevere numerose visite, ti consiglio di acquistare un hosting tra i tanti disponibili online: è un modo più sicuro, stabile e professionale per mettere un sito su internet.

Mac come hosting e server: qual’è la differenza?

Prima di continuare con la spiegazione passo passo della procedura, è bene spiegare brevemente qual’è la differenza tra server e hosting: tue termini che compariranno molto spesso all’interno di questo articolo.

Come riportato da WebHosting.it con il termine hosting si intende un servizio che permette di ospitare su un web server i dati di un sito web o più siti; in altri termini, non è altro che uno spazio web dove è possibile caricare tutti i file necessari per il corretto funzionamento di un sito internet.

Il server (detto anche web server), invece, è un computer collegato ad internet che ha il compito di ospitare tutti i file di uno o più siti web e quindi di rispondere alle richieste del client (degli utenti) consegnando i dati richiesti; un comune web server solitamente può comunicare con qualsiasi computer connesso ad internet.

Fare hosting su Mac: dalla creazione del sito alla pubblicazione

Potrà sembrarti un’impresa impossibile, soprattutto se non hai mai avuto a che fare con il mondo dell’HTML, server e hosting, ma seguendo le indicazioni fornite di seguito ed aiutandoti con alcuni programmi che ti suggerisco, potrai creare il tuo sito web amatoriale in poco tempo e pubblicarlo online senza costi se segui passo passo la procedura su come fare hosting di un sito con il Mac usandolo come web server.

Non ci resta che iniziare!

Crea il sito web

Ovviamente, per sapere come progettare e sviluppare un sito web non è sufficiente un paragrafo di un articolo di blog, quindi do per scontato che tu abbia già le conoscenze su come creare un sito web e magari vuoi solamente sapere come usare il Mac come server per fare hosting ad un sito web.

In ogni caso, esistono numerosissimi editor HTML abbastanza all’avanguardia per sviluppare siti internet o in alternativa, puoi recuperare il software iWeb di Apple (un tempo contenuto nella suite iLife) che ti permette di costruire siti web da zero in modo semplice, veloce e soprattutto senza mettere mano al codice.

Carica il sito web nel server del Mac

Ora che il tuo sito web è pronto, non resta che copiare o spostare i file, nella cartella di OS X dedicata al server che andremo ad attivare tra pochi istanti. In base alla versione del sistema operativo che hai installato nel tuo Mac, la directory potrebbe essere differente; solitamente una delle directory del server Apache di Mac OS dove allocare i file del sito è ~/username/Siti (dove ad username va sostituito il nome utente del tuo account sul Mac).

Al contrario, la cartella che fa da hosting per il sito web potrebbe essere posizionata in /Libreria/WebServer/Documents accessibile solo dall’utente amministratore del Mac.

Attiva la Condivisione Web su OS X Lion e precedenti

Eseguita questa operazione, non resta che attivare il web server e quindi pubblicare online il nostro sito internet che sarà presto accessibile da tutti gli utenti connessi alla rete. Quindi, se possiedi Lion o una versione precedente, apri le Preferenze di sistema e fai clic su Condivisione.

Dall’elenco che compare a sinistra, metti la spunta su Condivisione web e dopo pochi istanti vedrai comparire al centro della finestra l’indirizzo web utile per raggiungere il nostro Mac server o sito da qualsiasi dispositivo collegato ad internet.

Solitamente, gli indirizzi web generati dal Mac possono essere di due tipi:

  • http://indirizzo.tuo.computer per vedere tutti i file condivisi in rete
  • http://indirizzo.tuo.computer/~tuonomeutente/ per accedere alla cartella del sito web personale pubblicato

 

Come attivare Condivisione Web su Mountain Lion e successivi

A partire da Mountain Lion, Apple ha eliminato dal sistema operativo la possibilità di attivare la Condivisione web e quindi la procedura è leggermente più macchinosa, poiché Mac OS include comunque un server web Apache.

Infatti, per svolgere questa operazione, Apple ha deciso di rilasciare nel Mac App Store l’applicazione a pagamento macOS Server venduta a €21,99 euro e che tramite una semplice interfaccia grafica ed una guida in italiano, permette una comoda gestione del Mac come server per condividere siti internet, file, calendari, stampanti e tanto altro ancora in rete.

In alternativa, c’è un tool gratuito sviluppato da Tyler Hall scaricabile da questa pagina che permette di aggiungere nella sezione Condivisione di OS X, la voce Condivisione web presente in Lion e nelle precedenti versioni.

Ancora, per chi ha già buone conoscenze dei server Apache, mySQL e PHP, c’è l’applicazione MAMP che risulta essere molto valida per gestire siti web in locale e da remoto sfruttando il Mac come hosting e server web.

Non ti resta che partire con la creazione e pubblicazione del tuo sito web su internet, seguendo le indicazioni fornite in questa guida. Se utilizzerai macOS Server, troverai un’ampia documentazione in italiano dove troverai tutte le indicazioni su come configurare e proteggere il server in modo corretto.

Condividi questa guida con tutti i tuoi amici che possiedono un Mac e vorrebbero trasformarlo in un server o fare hosting per un sito internet.