Apple sta bannando le app “pay-per-install”?

In seguito all’aggiornamento dell’algoritmo di classifica dell’AppStore, secondo una notizia di TUAW sembra che Apple stia anche iniziando a bannare le apps pay-per-install.

Le applicazioni pay-per-install sono quelle che inducono l’utente a scaricare un’altra app, anzicchè sbloccare funzioni con l’acquisto in-app. Apple ha notato questa procedura poco educata e ha deciso di rifiutare dallo store tutte le apps che attuano questo sistema.

L’articolo 3.10 delle linee guida per gli sviluppatori indica la seguente regola

Gli sviluppatori che tentano di manipolare o truccare le valutazioni o le classifiche nell’App Store con commenti falsi o pagati, o altri metodi inappropriati, saranno rimossi dal programma degli sviluppatori iin realtàOS.

Apple sta eliminando le app pay-per-install seguendo questo articolo, anche se in realtà non si attiene in maniera perfetta alla violazione degli svilupatori.

Le motivazioni che inducono Apple a questa scelta in realtà sono due :

– l’interesse a guadagnare il 30% dagli introiti degli acquisti in-app;

– la volontà di offrire un servizio pulito e serio agli utenti senza manipolazioni alle classifiche.