WhatsApp gruppi e broadcast: qual è la differenza e come usarli?

Sei stato aggiunto ad un gruppo WhatsApp ma vorresti crearne uno e non sai come fare? Hai sentito parlare delle liste broadcast o addirittura di WhatsApp Business? In questo articolo facciamo chiarezza su queste funzioni dell’app di messaggistica istantanea più famosa al mondo e vediamo come creare gruppi WhatsApp e liste broadcast e quali sono le differenze!

Gruppi WhatsApp e liste Broadcast: cosa cambia?

WhatsApp è al momento l’applicazione più utilizzata in tutto il mondo per scambiare messaggi di testo o vocali, inviare immagini, video o documenti ed effettuare telefonate gratuitamente in tutto il mondo con tutti gli altri utenti che utilizzano il servizio. A tal proposito, gli sviluppatori apportano costantemente degli aggiornamenti importanti per ottimizzare l’app ed aggiungere nuove funzioni; ma tra le tante features di WhatsApp già attive da anni ci sono i gruppi e le liste broadcast che ben pochi conoscono.

Per spiegare brevemente qual è la differenza tra gruppo e broadcast WhatsApp è bene specificare che in entrambi i casi hai il limite di rivolgerti fino ad un massimo di 256 persone e, nel caso dei gruppi, puoi crearne fino a 50 diversi.

Il gruppo WhatsApp è una funzione utile per creare conversazioni dove tutti potranno intervenire rispondendo ai messaggi e ogni membro leggerà cosa ha scritto l’altro, con la possibilità di menzionare gli utenti iscritti al gruppo; in questo caso a gestire il tutto potranno esserci uno o più amministratori che hanno la possibilità di cancellare messaggi, aggiungere o rimuovere membri.

Le liste broadcast, molto utili ma poco utilizzate, servono per inviare comunicazioni ad una lista di contatti creando delle conversazioni indipendenti; quindi a differenza del gruppo, le risposte che si riceveranno saranno leggibili solo da te e dal destinatario del messaggio, gli altri utenti della lista broadcast non potranno leggere le singole conversazioni.

Broadcast o gruppo WhatsApp: come fare la scelta giusta

Se hai letto attentamente il paragrafo precedente, il discorso dovrebbe essere abbastanza chiaro e in base alle tue necessità, potrai scegliere se creare e gestire un normale gruppo WhatsApp o un gruppo Broadcast. In linea di massima, se hai l’esigenza di creare un gruppo dove è vuoi creare conversazione tra vari utenti, scambio di opinioni o prendere accordi riguardo un’iniziativa (magari un’uscita con gli amici o per un meeting lavorativo) allora ti consiglio di optare per un gruppo WhatsApp tradizionale dove puoi avere una conversazione unica tra tutti i membri e nominare altri amministratori che potranno aiutarti a gestirlo ed aggiungere nuovi membri.

Una lista broadcast, nonostante sia poco utilizzata ma molto utile, è la scelta migliore se vuoi inviare lo stesso messaggio (per esempio un avviso) ad numero elevato di persone, ricevendo le risposte in privato senza che gli altri possano leggere la singole conversazioni ed eventualmente intervenire. Le liste broadcast sono ottime se devi inviare comunicazioni, avvisare i tuoi amici che hai cambiato numero di telefono o indirizzo e-mail o annunciare eventi importanti.

Come creare un gruppo WhatsApp o lista Broadcast?

Dopo aver spiegato ampiamente cosa cambia tra le due funzioni dell’app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo, è bene spiegarti come creare un gruppo WhatsApp o lista broadcast.

Nel primo caso, se vuoi creare un gruppo WhatsApp, ti basta aprire WhatsApp e toccare sull’icona in alto a destra per creare una nuova chat quindi scegli Nuovo gruppo oppure direttamente su Nuovo gruppo che compare in testa all’elenco delle conversazioni.

Aggiungi i vari partecipanti effettuando una ricerca dal campo superiore e toccando sul pallino bianco che compare alla destra di ogni contatto (comparirà una spunta blu); al termine tocca Avanti. Ora inserisci un nome per il gruppo (puoi anche aggiungere delle faccine ed emoticon) ed un’immagine per identificarlo tra le varie conversazioni e quando sarà tutto completato puoi toccare su Crea.

Per creare una lista broadcast, apri l’applicazione e tocca su Liste broadcast, poi su Nuova lista. Aggiungi tutti i destinatari come quando devi creare un gruppo e infine tocca su Crea.

Al termine di queste procedure, ti basterà scrivere ed inviare il messaggio a tutti i destinatari indicati: utilizzandoli più spesso, capirai meglio le differenze tra le due funzioni e saprai scegliere la soluzione migliore in base alle tue esigenze.

WhatsApp Business: importante novità per le aziende

Come riportato da un post pubblicato da GoodWorking.it molto interessante e abbastanza chiaro sull’argomento, WhatsApp ha introdotto di recente alcune funzionalità per aziende e professionisti dando vita a WhatApp Business. L’applicazione, che funzionerà in maniera indipendente da WhatsApp tradizionale che già conosciamo e che può essere eseguita sullo stesso dispositivo in cui è già presente l’app di messaggistica.

WhatsApp Business apre le porte ad una nuova frontiera per quanto riguarda le comunicazioni commerciali: l’azienda può creare un profilo con una descrizione, immagine di profilo o inserendo l’indirizzo del sito web ufficiale e gestire comodamente via chat eventuali campagne pubblicitarie, lanciare avvisi ai clienti sulle promozioni in corso o attivare un servizio clienti via chat.

L’interfaccia grafica dell’applicazione non è molto differente da quella che già conosciamo, ma sono presenti delle sezioni specifiche per le statistiche e le impostazioni (ad esempio è possibile settare alcuni messaggi automatici). A quanto pare, WhatsApp Business è al momento gratuita per le piccole e medie imprese mentre per i brand più importanti sono disponibili delle soluzioni studiate ad hoc che probabilmente prevedono dei costi di gestione mensili o annuali.

Ora sai proprio tutto su come gestire conversazioni WhatsApp con un numero elevato di persone che tu sia un privato o azienda: non ti resta che provare a creare un gruppo WhatsApp, una lista broadcast o le novità Business per trovare la soluzione migliore!