Come registrare schermo iPhone/iPad con QuickTime su Mac

Vuoi registrare lo schermo dell’iPhone o iPad ma non sai come fare? La procedura è davvero molto semplice e hai bisogno solo di un Mac con QuickTime, per tutto il resto devi solamente seguire attentamente le istruzioni fornite in questa guida e riuscirai a catturare tutto ciò che accade sullo schermo dell’iPhone e generare un video!

Se vuoi immortalare una conversazione su WhatsApp, sei uno youtuber e vuoi registrare il gameplay di un gioco sull’iPhone o semplicemente vuoi creare un breve tutorial per iPhone o iPad, troverai assolutamente utili le informazioni che ti fornisco all’interno di questa guida che ho deciso di pubblicare per tutti coloro che mi hanno chiesto più volte come si fa a registrare lo schermo dell’iPhone e iPad.

Non hai bisogno di accessori particolari o software costosi, tutto quel che ti serve è un dispositivo iOS aggiornato, un Mac con una versione recente di OSX e l’applicazione QuickTime (già installata nativamente in ogni Mac).

Come registrare lo schermo di iPhone e iPad con QuickTime per Mac?

Andiamo all’argomento cardine di questo tutorial e vediamo come catturare lo schermo di iPad e iPhone! Segui la procedura passo-passo riportata di seguito:

  • collega iPhone, iPad o iPod Touch con il cavo USB originale fornito in dotazione con il dispositivo
  • sul Mac apri QuickTime che puoi trovare nella cartella Applicazioni o semplicemente ricercandolo in Spotlight
  • vai in File nella barra dell’applicazione che compare in alto e scegli Nuova Registrazione Filmato
  • fai clic sulla freccia rivolta verso il basso che compare accanto al pulsante REC rosso presente in basso
  • seleziona il nome dell’iPhone collegato al Mac sia accanto a Fotocamera che Microfono
  • la schermata di registrazione mostrerà adesso lo schermo del dispositivo iOS
  • per registrare lo schermo dell’iPhone basta fare clic sul pulsante REC, quindi utilizza l’iPhone svolgendo l’attività che vuoi registrare in video
  • per fermare la cattura, fai clic sul pulsante Stop
  • al termine procedi con il salvataggio del video tramite la combinazione di tasti CMD+S oppure da File > Salva

Finalmente con questa nuova possibilità, sembra che il mondo iOS si stia aprendo a nuove funzioni finora impensabili e che avrebbero costretto l’utente ad utilizzare altre applicazioni ed accessori per consentire il mirroring dello smartphone; ovviamente per poter registrare lo schermo dell’iPhone su Mac senza alcun problema è necessario che il dispositivo iOS abbia installata la versione 8 o successiva e che il Mac utilizzi OS X El Capitan.

Dal punto di vista tecnico dei video catturati, nei dispositivi iOS più recenti con display HD, i video catturati sono nel formato .mov editabile con diversi software come Final Cut Pro X o iMovie mentre la risoluzione è in FullHD 1080×1920 pixel (modalità verticale) e 1920×1080 pixel (modalità orizzontale).

La procedura descritta sopra è impostata per consentirti la cattura contemporanea dello schermo e dell’audio riprodotto dal dispositivo iOS: quindi è il settaggio ideale se vuoi registrare un videogioco o un tutorial su come si utilizza un’app; ovviamente puoi decidere di suddividere l’audio/video dal quinto passo riportato in alto e magari impostare l’iPhone come sorgente video e il microfono del Mac come sorgente audio, o viceversa.

Gli utenti che non possiedono i requisiti minimi per registrare lo schermo dell’iPhone e iPad con QuickTime su Mac, possono ricorrere ad un software di terze parti chiamato Reflector ed acquistabile a soli 14,99 dollari.

CONDIVIDI